Le vacanze a Lefkada

Lefkada, la quarta in dimensione isola del Mar Ionio, é situata tra Corfu e Cefalonia. Una piccola striscia di mare separa l’ isola dalla regione dell’ Acarnania ed un ponte mobile, di 50 metri di lunghezza, la collega con la terraferma.

Il clima dell’ isola é mediterraneo con soleggiamento. L’ inverno é caratterizzato da un clima mite e piovoso mentre l’ estate é calda piacevole grazie ai venti freschi.

Ci sono molte ragioni per amare Lefkada: le spiagge verde-azzure, la feroce bellezza, la combinazione di verde e blu, i villaggi pittoresci nelle montagne ma anche i villaggi tradizionali di pescatori.

Inoltre, la sua storia e tradizione come anche la varietá di scelte che danno soddisfazione anche al visitatore piú esigente. Sia destinazione per vacanze tranquille in famiglia sia per visitatori che cercano una vita notturna intensa ma anche per gli amanti del windsurf e degli sport acquatici, Lefkada ha molto da offrire.

A Lefkada si ha l’ opportunitá di nuotare in alcune delle piú belle spiagge della Grecia e del mondo! Egremnoi, Porto Katsiki, Kathisma sono le piú famose ma ce ne sono anche tante, come Kastro, Agiofili, Milos, Gialos.... tutte di una bellezza speciale indimenticabile.

Dal porto di Nidri, si puó fare il giro dell’ isola e belle crociere alle isole di Meganisi, Scorpios di Onasis, Madouri di Valaoritis, Kastos o Kalamos.

Lefkada offre anche la possibilitá di fare molte gite, siccome le bellezze si stendono in tutta l’isola. Vale la pena visitare la cittá di Lefkada con il carattere tipico delle Isole Ioniche, il popolare e cosmopolita Nidri, la pittoresca e tutta verde Vasiliki, Agios Nikitas, la montagnosa e tradizionale Karia, il piccolo e pittoresco villaggio di Sivota, Ligia, Kariotes, Nikiana, Poros, Sivros, Athani e molti altri villaggi.

Conoscere l’isola

Dal primo momento, Lefkada vi sorpreenderá con i suoi contrasti. Una isola montagnosa con rocce ripide e spiagge meravigliose di sabbia. Con abitanti ospitali, molte attrazioni e un ricco passato molto prima dall’epoca di Omero.

Il litorale di Lefkada é ricco con coste impressionanti, peninsule, porti naturali come quelli di Vlihou, Sivota, Rouda all’ est di Lefkada e di Vasiliki al lato meridionale, e capi, come il famoso capo di Lefkata, da dove conforme il mito antico si suicidó la poetessa Sapfo a causa del suo amore disperato per Faonas.  Molte baie successive si trovano anche nell’isola di Meganisi formando piccoli e impressionanti fiordi.

L’isola é verdissima. Con ricca vegetazione, valli fertili, forre e altopiani stretti ha una notevole flora che comprende delle olive, dei cipressi, una varietá di pini, un tipo speciale di quercia, delle erbe aromatiche e dei fiori rari, come i due rari tipi della bellissima pianta peonia (penegrina e mascula).

La piú grande parte di Lefkada é montagnosa. Il picco piú alto é Stavrota, con  1.182 m. Seguono Elati (1.126 m.), Ai Lias (1.014 m.) e Mega Oros (1.012 m.).

Nell’ isola ci sono molte fontane, come quelle di Kerasia a Sivros, dei ruscelli che di tanto in tanto sono impetuosi e formano piccole cataratte, come Dimosaris a Nidri e delle forre impressionanti come quelli di Melissa a Sfakiotes e di Haradiatika.

Le due lagune nella parte settentrionale dell’ isola vicino alla capitale, costituiscono zone d’ incrocio importanti per molte specie di uccelli.

Nella zona nord-est dell’ isola, dopo aver attraversato il ponte, ci accoglie la capitale. La cittá con i tetti di piastrella, i muri legati di legno e l’ ambiente verde tutto intorno, ha la sua propria personalitá.

Un po’ fuori della cittá, la Fortalezza di Santa Maura, costruita vicino alla laguna, rimane il suo custode insonne e protettore dal 14º secolo e ha molte cose a raccontarci. In questa Fortalezza si é alzata la bandiera dello Stato indipendente delle Isole Ioniche nel 1810.

Il moderno e vivo carattere della cittá si incontra nella strada centrale che conduce alla piazza centrale, dove si puó godere di un rinfrescante locale o di una... «soumada». La piazza é il ponto d’ incontro quotidiano e di notte é piena di gente.

Gli abitanti di Lefkada accogliono bene i turisti, perché sono persone vive e piacevoli. Sul cammino dell’ Occidente verso l’ Oriente, sono influenziati dai veneziani, hanno vissuto la sovranitá dei turchi e degli inglesi ma hanno finalmente mantenuto le sue caratteristiche greche, piú delle altre isole ioniche, grazie a loro communicazione continua con la Grecia continentale.

La maggior parte dei villaggi si sono ben nascosti all’ interno dell’ isola, dentro di valli strette e profonde (Alatro, Haradiatika), dietro colline (Eglouvi) o dentro di una foresta (Sivros) per proteggersi dai pirati.

Quelli dei villaggi che sono vicino al litorale, erano costruiti su territori ripidi per assicurare maggiore difesa. I “cantouni”, strade strette e complicate confondevano i pirati e le case con i muri legati di legno offrivano resistenza ai terremoti.

A Lefkada sono nati due grandi poeti nazionali, Aristotelis Valaoritis e Aggelos Sikelianos. Lefkadio Hearn, di madre grega e padre irlandese, ha capeggiato alla diffusione della cultura giaponnese e oggi si considera scrittore nazionale di Giappone con il nome giapponese Yakomo Kouisimi.

/