La storia di Lefkada

Le trace umane cominciano dalla epoca paleolitica. Il preminente archeologo tedesco W. Dorpfeld, collaboratore di Heinrich Schliemann negli scavi di Troia, realizzando delle ricerche archeologiche a Nidri, ha scoperto degli oggetti importanti dall’ Etá del Bronzo (circa 2.000 a.C.) e ha identificato Lefkada con l’ Itaca di Omero.

Due kilometri all’ est della cittá, attraversando l’ oliveto, il visitatore arriva a Kalligoni, dichiarato sito archeologico, perché qui si trovava la cittá antica di Lefkada, chiamata Nirikos, che si distende alle regioni di Tsehlibous, Kalligoni, Kariotes, Ligia. Nel sito archeologico si trovano le rovine del villagio murato di Lefkada antica, datate dall’ etá arcaica all’ etá romana.

Nirikos é stata la capitale dell’ isola di Lefkada fino a  1300 p.C. Ha attraversato un notevole percorso storico cambiando dei nomi, dall’ antico “Nirikos” a “Nirikos – Lefkas” e “Kastro” (Castello) all’ etá bizantina.

Nei tempi bizantini, Lefkada appartiene al Impero Bizantino e dopo (1204-1294 p.C.) fa parte del Despotato d’ Epiro. Nel 1294 é concesso come dote a Giovanni Orsini, figlio del conte di Cefalonia, chi ha fatto costruire il nucleo centrale della Fortezza di Santa Maura, all’ entrata dell΄isola. La Fortezza proteggeva la capitale dell’ isola e constituiva la difesa piú importante contra i pirati e gli altri nemici, dal primo decennio del 14º  secolo fino al 1684.

Nel 1331 il revocato Duce d’ Atene Baltero Vriennio conquista Lefkada e la mette sotto la sovranitá di Napoli.

Nel 1355 Vriennio concede la sovranitá di Lefkada al suo fidato e mecenate Gratiano Giorgi di Venezia. Durante i suoi giorni,nel 1357, scoppia la rivolta dei contadini dell’ isola, “la rivoluzione di voukendra”, che ha ispirato il poeta dell’ isola Aristotelis Valaoritis a scrivere la sua opera “Foteinos” nel 19º secolo.

Dal 1362 al 1479 Lefkada fa parte del territorio dei Tocchi. In questo secolo la capitale con il nome Santa Maura si sposta all’ interno della Fortezza con due quartieri all’ est (“Alli Meria”) e all’ ovest (“Hora”).

Nel 1479 Lefkada é conquistata dagli Ottomani con una breve parentesi di conquista veneziana di 2 anni (1502-1503). La conquista ottomana finisce nel 1684, dopo 203 anni. In quel periodo, la capitale dell’ isola di Lefkada era la cittá di Santa Maura all’ interno della Fortezza.

Nel 1684 i veneziani riescono a conquistare Lefkada e spostano la capitale dalla Fortezza di Santa Maura all’ attuale Lefkada (Amaxiki).

Nel 1797, le Isole Ioniche caddono in mano francese, sotto la sovranitá di Napoleone.  Nel 1798 la flotta russoturca si unisce contra la Francia e conquista le Isole. Dopo, le Isole Ioniche costituiscono uno Stato autonomo sotto la protezione e sovranitá della Porta Suprema.

Nel 1807 le Isole si concedono alla Francia Imperiale di Napoleone per un breve periodo. Dal 1809 al 1814 la flotta inglese conquista tutte le isole. Corfu é stata l´ultima isola ad essere conquistata. Lefkada é stata conquistata in Aprile del 1810.

Le Isole Ioniche costituiranno uno Stato libero e indipendente con il nome «Stato Unito delle Isole Ioniche” sotto la protezione di Gran Bretagna, fino al 1864, quando sono annesse alla Grecia.

/